VINI E FARINA FIRMATI ALCE NERO

L’Unità

Gabriele Ghiandoni

lunedì 31 luglio 1989

Nel 1977 per iniziativa di alcuni giovani agricoltori, nasce nel monastero di Montebello di Isola del Piano (al centro della pineta delle Cesane, sopra Fossombrone), la Cooperativa Alce Nero, presieduta da Gino Girolomoni. L’idea-forza dei soci è quella di usare, nella produzione e trasformazione dei beni agricoli, mezzi e tecniche che non attentino alla salute dei consumatori. Vengono quindi messi al bando concimi chimici di sintesi, diserbanti, conservanti, additivi, coloranti. Sono rigorosamente rispettate le norme dello statuto di agricoltura biologica, per ottenere “un graduale recupero degli equilibri ambientali salvaguardando la redditività dell’azienda”. La cooperativa coltiva circa 250 ettari di terra, e il tipo di coltivazione è influenzato dalla natura del terreno e dalla tradizione: grano duro e tenero, segale, avena, orzo, farro, miglio, mais, grano saraceno (molto apprezzato per l’alto valore nutritivo). I cereali vengono decorticati, oppure macinati a pietra in due mulini di proprietà della cooperativa e danno farine integrali, semi-integrali e bianche, che vengono poi trasformate nel pastificio in funzione dal gennaio ’89 con una capacità produttiva di 200 quintali al giorno.
La macinazione dei cereali viene eseguita in modo non distruttivo (poiché nel macinato a pietra si nota una struttura globulare meno frammentata di quella delle paste convenzionali). L’agricoltura biologica rifiuta le monoculture. Nei campi vengono alternati cereali, foraggi e leguminose. Alce Nero conduce, globalmente, cinque fattorie e due stalle con circa centoventi capi di bestiame bovino e impegna venticinque persone. La distribuzione del prodotto finito (farina, paste, ma anche legumi, conserve, salse di pomodoro, miele, vini come il bianchello del Metauro e il sangiovese dei colli pesaresi) è curata direttamente dalla cooperativa, in Italia e all’estero.
Nel Montefeltro ci sono due punti vendita, a Montebello dove ha sede l’azienda (e dove vi consigliamo di recarvi anche per apprezzarne la bellezza naturale: è a qualche chilometro da Urbino, per arrivarci seguite l’indicazione “Cesane”), e nella stessa Urbino, in via Bramante.

Cooperativa Alce Nero
Isola del Piano – Monastero Montebello
Urbino, Via Bramante 27