L’UNITÀ D’ITALIA A TAVOLA

Corriere Adriatico
8 marzo 2011

Il premio “Montebello d’oro, corto e mangiato” pronto al via

Isola del Piano – Sta per prendere il via la quinta edizione del premio “Montebello d’oro: corto e mangiato”, il festival del cortometraggio sul cibo organizzato dall’Associazione culturale Ambasciatore territoriale dell’enogastronomia, in collaborazione con il Monastero di Montebello ed il Comune di Isola del Piano e con la compartecipazione del Consoglio Regionale Marche, della Provincia di Pesaro-Urbino, dell’Istituto Santa Marta-Branca, della Mediateca delle Marche. le tematiche di quest’anno sono: l’agricoltura biologica, le specialità gastronomiche e l’Unità d’Italia, l’italianità in cucina da Pellegrino Artusi ad oggi.L’associazione Ambasciatore territoriale dell’enogastronomia esprime soddisfazione per gli oltre 70 lavori giunti da tutta Italia e realizzati da Istituti superiori, privati, fil marker.
Giovedì 10 marzo una giuria composta da 60 studenti dell’Istituto alberghiero Santa Marta visionerà i lavori pervenuti e decreterà i 10 corti finalisti. Martedì 15 marzo, presso l’aula magna del Santa Marta-Branca, gli studenti incontreranno politici ed esperti per conversare su agricoltura biologica, tipicità gastronomiche locali e l’italianità in cucina dall’Unità d’Italia ad oggi. Partecipano: Renato Claudio Minardi assessore provinciale dell’Enogastronomia, Tommaso Lucchetti storico dell’enogastronomia, Gino Girolomoni patron di Montebello e sostenitore del festival fin dalla prima edizione. Coordinano l’incontro il professor Goffredo Palluchini e la professoressa Silvana Giacchè. Giovedì 24 marzo, presso il Monastero di Montebello, una giuria di esperti presieduta dallo scrittore Andrea de Carlo visionerà, a partire dalle ore 17, i 10 corti finalisti, stabilendo i vincitori della edizione 2011.