GLI INTELLETTUALI E LA REALTA CONTADINA

Il Resto del Carlino

(G.D.L.)

venerdì 19 agosto 1977

 
Da domani una serie di manifestazioni nel comune di Isola Del Piano

Alla casa di Paiari rappresentazione teatrale all’aperto su “C’era una volta la battitura” – Incontro con Bo, Belfiori, Ceronetti, Quinzio, Tombari, Vicari e Volponi – Mostra dell’artigianato rurale

Isola Del Piano, 18 – Nonostante siano trascorsi pochi anni, quando si pensa alla battitura del grano si fa ormai comunemente ricorso al “ C’era una volta” come per gli avvenimenti entrati a far parte della memoria se non della leggenda. Trent’anni di industrializzazione appunto, che oltre ad aver affossato il mondo agricolo, ha provocato la fine di un sistema di vita per il quale forse valeva la pena di vivere.
Ora mentre appare problematico apportare correzioni, per lo meno da un momento all’altro, al mito e alle superstizioni dell’industrializzazione e mentre si pone il problema della crisi dell’energia e delle risorse, non è facile, seppure sarebbe utile,portare il Paese e i giovani in particolare a pensare alle campagne e al lavoro agricolo pur con nuove motivazioni.
Qualcuno tuttavia ancora ci crede e, poiché si tratta proprio di giovani, ciò potrebbe far ben sperare per il futuro. In molti ricordano, specie nella nostra provincia, delle varie iniziative portate avanti in questi ultimi anni da vari agricoltori di Isola del Piano riguardanti soprattutto il metodo delle coltivazioni, i prodotti usati per concimare la terra e le piante, le rievocazioni dell’antica civiltà contadina soprattutto in riferimento al modo di vivere e di lavorare a casa e fuori.
Lo stesso Sindaco di Isola del Piano, il giovane Gino Girolomoni, si è fatto lui stesso agricoltore, secondo il metodo “natura” e promotore di manifestazioni atte a rivalutare la vita e il mondo agricolo. Proseguendo su questa linea sabato 20 agosto presso la casa dei Paiari sulle Cesane (a 6 Km da Isola del Piano, 13 da  Fossombrone e 15 da Urbino) si svolgerà una rappresentazione teatrale all’aperto sul tema “C’era una volta la battitura del grano” in cui i contadini di Isola del Piano interpretano la propria storia. I personaggi, tanto per citarne alcuni, sono tutti “genuini” : Gino de bigolòn, G’van de farmia, Turo de marcòon, Checch de faturin, pistulin,bruscalin,el cerr,pìo nònn, chebroccle, patèet, ecc. in tutto sono ben 44. La rappresentazione avrà inizio alle 16.
Alle 20 a d Isola del Piano avrà luogo l’apertura dell’esposizione dedicata all’artigianato rurale dell’Umbria e delle Marche, mentre alle 21.15 ci sarà un incontro tra “Intellettuali e realtà contadina” con particolare attenzione sull’intervento della macchina nella vita dei campi e come contributo per la riflessione dei giovani che avvertono il dissidio tra città e campagna. Interverranno Fausto Belfiori, Carlo Bo, Guido Cernetti, Sergio Quinzio, Fabio Tombari, Giambattista Vicari, Paolo Volponi. Durante il pomeriggio sarà offerta l’occasione di consumare sul posto pane, vino, formaggi e salumi locali.