GIROLOMONI COPERATIVA ETICA

Il Menestrello, 26 giugno 2015

Isola del Piano.

La cooperativa agricola Gino Girolomoni, storica realtà del biologico in Italia, è stata presentata come modello di successo per quanto attiene il business in modo etico. Il riconoscimento è avvenuto in occasione del convegno dal titolo Fame e sete di valori, organizzato dall’associazione mondiale degli imprenditori di orientamento cristiano all’Università Cattolica di Milano.

“Il modello Girolomoni è stato ribadito è una realtà in grado di integrare con successo la piccola dimensione, la forte integrazione col territorio, l’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità, la proprietà cooperativa e la capacità di vendita globale.

Un’azienda che da più di 40 anni vive nel rispetto di queste scelte strategiche adottate dal fondatore Gino Girolomoni, pioniere del biologico italiano scomparso nel 2012”.

“Un’organizzazione prettamente italiana, potenzialmente applicabile in tutto il mondo – ha evidenziato Giovanni Battista Girolomoni, presidente in carica. Gino Girolomoni non si era mai posto il problema della responsabilità sociale d’impresa, ma nella vita di tutti i giorni cercava di portare avanti con coerenza la sua fede e questo è diventato cultura aziendale che ci guida nelle scelte di tutti i giorni. Non vi è un codice etico a cui fare riferimento, o un decalogo di buone pratiche da seguire, ma semplicemente un insieme di valori che ci tengono uniti, valori che si rifanno alla civiltà contadina e alla fede cristiana”.